Vai ai rimedi per i problemi di erezione

Circoncisione ed erezione

Circoncisione ed erezione Anche se, nel nostro Paese, non è una pratica molto diffusa, la circoncisione riguarda una certa percentuale di uomini e, ovviamente, la prima domanda che a molti sorge spontanea è se questa possa avere degli effetti negativi sull’erezione.

Prima di rispondere a questa domanda, vediamo, nel dettaglio, di cosa si tratta.

Cos’è la circoncisione

La circoncisione è una pratica di chirurgia non invasiva che consiste nell’asportazione totale del prepuzio, cioè quella parte di pelle che ricopre il glande.

Il procedimento può essere eseguito per motivi di fede o tradizione, ma anche per ragioni mediche come la prevenzione di infezioni o patologie specifiche come il carcinoma del pene o la stenosi dell’uretra.

Nel caso in cui il trattamento venga effettuato durante l’infanzia, è improbabile che influisca negativamente sulla vita sessuale futura del giovane paziente.

Tuttavia, la situazione cambia nel caso in cui l’intervento venga eseguito in età adulta, soprattutto se la rimozione del prepuzio è necessaria per ragioni mediche. In questo caso, possono verificarsi temporaneamente effetti collaterali legati alla sfera sessuale.

Problemi di erezione dopo la circoncisione

Per prima cosa, il consiglio è quello di aspettare la totale guarigione della ferita prima di ricominciare ad avere dei rapporti intimi, meglio ancora se l’astensione viene mantenuta per almeno 20 giorni.

In questo periodo (soprattutto nella prima settimana) sono, però, frequenti le erezioni spontaneee e continue e la perdita di qualche gocciolina di sangue.

Molti uomini sottolineano come, dopo la circoncisione eseguita in età adulta, abbiano manifestato alcuni problemi durante l’atto sessuale. In particolare, citano la comparsa di un’erezione debole, di durata insufficiente rispetto a quella necessaria per consentire un normale rapporto sessuale.

In altri casi, l’erezione può essere dolorosa o comunque fastidiosa, con delle sensazioni negative pulsanti o persistenti per tutta la durata del rapporto.

Se l’intervento è stato eseguito correttamente, però, si tratta, in genere, di un fenomeno passeggero. Se persiste, è bene consultare il medico.

Vedi anche erezione non completa e perdita di erezione durante il rapporto.

Come evitare le erezioni notturne post-circoncisione

Come abbiamo visto, nei giorni immediatamente successivi alla circoncisione le erezioni notturne sono molto frequenti. Per evitarle, si consiglia di indossare degli slip e di raffreddare la zona con del ghiaccio o con degli impacchi freddi, riparando, però, la ferita con un asciugamano.

Solo se il problema persiste ed è molto doloroso, si consiglia di rivolgersi al medico per risolverlo farmacologicamente.

Vedi anche problemi di erezione.

Risolvi i tuoi problemi di erezione

Proprio perché so cosa si prova ho deciso di condividere con te le mie scoperte e aiutarti a ritrovare delle erezioni dure e soprattutto durature che ti permettano di evitare situazioni umilianti e di goderti a pieno le tue relazioni sessuali. Vai al metodo per ottenere erezioni dure e durature.